Azioni IG e OOG

Una volta entrati in chat, sarete visibili nella mappa e potrete cominciare a giocare. Se ci sono altri personaggi in una location, il nuovo entrato dovrà aspettare un’azione di chi è già presente in maniera tale da poter capire com’è la situazione dentro quella stanza; chi è già presente non dovrà giocarsi l’entrata del nuovo arrivato fino alla sua prima azione. Le azioni IG (In Game) sono le azioni con cui si realizza il gioco vero e proprio. Ogni giocatore dovrà scrivere ciò che dice il suo personaggio e descrivere le azioni dello stesso tra <> in questo modo:

Tizio: < Entra nella stanza camminando lentamente, si guarda attorno con aria svogliata> Buonasera < detto a bassa voce, senza troppa enfasi >

Attenzione: durante la descrizione delle azioni non dovete descrivere ciò che pensa il vostro personaggio, tutto ciò che si svolge nella testa del personaggio, agli altri personaggi non è dato saperlo, quindi dovrete descrivere bene ciò che si vede senza descrivere altro. Inoltre non potete effettuare azioni “autoconclusive” quando interagite con altri giocatori o con i master. Ecco alcuni esempi:

NO: Tizio: < seduto su una panchina, pensieroso, si sofferma a guardare l’anello che porta al dito medio, subito nella sua mente si affacciano i ricordi del suo mentore e di quando gli regalò quell’anello, nel lontano 1945 >

SI: Tizio: < seduto su una panchina, pensieroso, si sofferma a guardare la mano destra, dove spicca un anello color argento, mentre si sofferma su questo, sul suo volto compare un velo di tristezza, ad un certo punto sospira malinconico >

NO: Tizio: <si dirige verso Caio, arrabbiato, quando arriva vicino a lui lo spintona, facendolo cadere a terra> ora stai lì e non ti muovere.

SI: Tizio < si dirige verso Caio, arrabbiato, quando arriva vicino a lui tenta di spintonarlo > [effettua la prova e aspetta il risultato, in base a quest’ultimo reagirà Caio (v. Combattimento)].

In caso di necessità è possibile scrivere in chat cose OOG (Out of Game). Queste vanno scritte tra parentesi quadre ma vi preghiamo di usare queste frasi solo in caso di necessità e di limitarle il più possibile perché rovinano l’atmosfera. Es. [scusate ragazzi, ho un problema a casa e devo disconnettermi, alla prossima]

<guarda i presenti nella sala> buona serata <si dirige verso la porta, e senza aggiungere altro se ne va.>

ATTACCO A MANI NUDE

Si descrive semplicemente che tipo di colpo si cerca di effettuare contro l’’avversario (un pugno o un calcio, in faccia o al corpo)

ATTACCO ARMA BIANCA/ARMA DA FUOCO

Si descrive dove si cerca di colpire e come o semplicemente dove si mira. Estrarre è considerata un’’azione e non è bonus.

ATTACCO CON DISCIPLINE

Si descrive l’’effetto che la disciplina crea ma attenzione: molte discipline hanno un modo particolare di essere utilizzate

SFIDA STATICA

Questa sfida è un confronto di abilità o di forza... un braccio di ferro, uno spintone che si cerca di evitare, uno schiaffo che si cerca di schivare. In questo caso si dichiara il tentativo d’’azione, chi subisce l’’azione può accettarla oppure tentare di bloccare/schivare, dichiara cosa cerca di fare, lancia la sfida statica, e poi 7 dichiara l’’esito.

 IMMOBILIZZARE L’AVVERSARIO

E’ possibile bloccare un personaggio in una presa. Al proprio turno di dichiara il tentativo di bloccare con una presa, descrivendola, dopodiché si effettua una sfida statica. Un personaggio bloccato può colpire solo chi lo tiene o può tentare di liberarsi con un’’altra sfida statica, al suo turno, mentre chi lo tiene il turno successivo può tentare di colpirlo, perdendo però la presa.

 IMPALETTAMENTO

Impalettare significa conficcare nel cuore dell’’avversario un paletto, necessariamente in legno. Quando un vampiro è impalettato non entra in torpore, ma rimarrà come pietrificato nella posizione del momento in cui è stato colpito. L’’impalettato potrà mantenere le facoltà di sentire e vedere, nel caso in cui abbia gli occhi aperti, ciò che gli sta attorno. Quando verrà tolto il paletto dal cuore tornerà come prima, senza altre azioni. Per impalettare è necessario fare due statiche e successivamente un attacco fisico. Se colui che desidera impalettare l’’avversario è oscurato, questo dovrà fare una sola statica ed un attacco fisico. Nel caso in cui anche solo uno di questi attacchi fallisse, l’’impalettamento non riesce. L’impalettamento riesce solo e soltanto con un apposito paletto in legno, ottenibile su richiesta ai master. NB: si dovrà chiedere precedentemente autorizzazione per gli impalettamenti.

FUGA

E’ possibile tentare di fuggire dalla stanza in cui si viene coinvolti in un combattimento. E’ necessario attendere il proprio turno e poi dichiarare il tentativo di uscita. A questo punto, sempre in ordine di azione, ogni personaggio dichiara se tenta o meno (sempre che possa) di fermare il vampiro. Si parte poi con una statica per ogni personaggio che ha dichiarato di bloccare il vampiro. Se nessuno riesce, il vampiro cambia stanza andando in una limitrofa. Se anche una sola riesce, il vampiro è bloccato nella stanza. Una volta che parte la prima statica nessun altro può dichiarare di voler fermare il vampiro. Oscurazione necessita di un turno, per cui deve passare un turno in cui il personaggio non compie azioni rilevanti per il combattimento. Queste azioni possono essere dire poche parole, oppure guardare il tuo avversario. TURNI Durante tutto il periodo di gioco non esistono dei turni prestabili di azione ma tutto cambia quando un personaggio dichiara di aggredire un altro personaggio. Solitamente è il master che dice a chi tocca agire. Nel caso non sia presente, è corretto utilizzare l’’elenco dei nomi. Non è possibile per nessun motivo attaccare lo stesso personaggio in più di 4 alla volta. Chi entra in stanza a sfida iniziata deve attendere almeno due turni prima di agire. L’’utente ha a disposizione una sola frase, in cui può dire qualcosa e fare l’’azione. Se dice qualcosa e basta perde la possibilità di fare l’’azione. L’’azione descritta deve essere impostata come tentativo, dopodiché si preme sulla S di fianco all’’obiettivo e si sceglie il tipo di sfida. Sarà il sistema a definirne l’’esito. Chi subisce il colpo deve descrivere cosa succede al suo personaggio durante l’’azione. Dopodiché il turno passa al nome successivo e così via. Curarsi, a meno che il pg non sia in frenesia, richiede un turno. In caso di armi va regolarmente giocato il turno di estrazione della stessa.

UCCIDERE E TORPORIZZARE

Per evitare che nuovi giocatori si creino schede atte ad uccidere indiscriminatamente altri giocatori, o quelli vecchi si diano al massacro immotivato per torporizzare e uccidere un personaggio è necessario avere l’’autorizzazione di un master. E’ quindi necessario inviare la mail a tutti e 4 i master, indicare chi è il cainita che si vuole eliminare e i motivi di gioco per cui il proprio personaggio vuole eliminare l’’avversario. Bisogna indicare come si vuole agire per sommi capi e, infine, firmare la lettera ovviamente col nome del proprio PG. E’ consentito torporizzare un altro vampiro senza previa autorizzazione dei Master solo per i seguenti motivi seguenti: 1 - Il vampiro è in frenesia. 2 - Il vampiro vi stà attaccando e la vostra vita è in pericolo. 5 3- Nel caso di Player Killer (giocatori che entrano con l’’unico scopo di uccidere e fare casino) si è ovviamente autorizzati a non seguire turni e torporizzarlo, eliminando così il più rapidamente possibile l’’accesso alla chat. E’ sempre necessario mandare una mail firmata col proprio nick quando si assiste ad una torporizzazione, con data, ora e locazione affinchè i master possano controllare l’’autorizzazione e il corretto combattimento. I MASTER CONCEDERANNO I TORPORI. STATE DUNQUE AD OCCHIO SE SIA LA SCELTA GIUSTA O MENO. POTRESTE FARVI NEMICI TROPPO POTENTI.